La Lady e il suo amante

LADY MACBETH

di William Oldroyd

con Florence Pugh, Cosmo Jarvis

89′ Gran Bretagna 2016

Dal libro Lady Macbeth del Distretto di Mcensk, di Nikolai Leskov

L’amante di Lady Macbeth

di Marcello Moriondo

1865, Inghilterra. Il primo piano di un velo bianco che copre il volto della diciassettenne Katherine (Florence Pugh) apre il film di Oldroyd. È la vittima di un matrimonio d’affari voluto da suo padre e dal padre dello sposo. Cosa può scattare nella mente di una diciassettenne la cui gioventù è bruciata da un matrimonio di convenienza?

L’amore non c’è, il marito la disprezza ed è un maschio dominante che, le rare volte in cui è a casa, la assoggetta come una schiava, ma il più delle volte è assente, sia affettuosamente che in presenza fisica. Una giovane donna, anche considerando l’epoca, deve trovare qualcosa cui appigliarsi, qualcuno che l’aiuti a non perdere la ragione.

Quindi la Lady uscita dal libro del russo Nikolai Leskov, da cui il film è tratto, si innamora di un subalterno, un appartenente alla cosiddetta working class, un po’ come raccontato mezzo secolo dopo da David Herbert Lawrence ne suo semi autobiografico L’amante di Lady Chatterley. Se l’amante nel libro di Lawrence è un guardiacaccia mentre in quello di Leskov è uno stalliere, poco importa. Come nella vita reale di Macbeth e in quella raccontata da Shakespeare, il sangue, a un certo punto, scorre inevitabilmente.

La Lady di Nikolai Leskov, ripresa non a caso dal Macbeth di Shakespeare, induce il proprio uomo a commettere ignobili delitti, come Alida Valli in Il caso Paradine di Alfred Hitchcock.

Il libro non si esaurisce al finale, di certo aperto, del film e, a differenza della rappresentazione scenica, è ambientato, come prevedibile in un Distretto russo.

Nel 1934 il compositore Dmitrij Sostakovic, ne trasse un opera omonima, osteggiata da Stalin, rinominata in seguito Katerina Izmajlova.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...