JASMINE TRINCA MIGLIOR ATTRICE PER UN CERTAIN REGARD di Marcello Moriondo

Quello per la miglior interprete femminile è un premio tutto italiano nell’importante selezione del Certain Regard. A ritirarlo Jasmine Trinca, interprete del film di Sergio Castellitto Fortunata, sceneggiato da Margaret Mazzantini. Un dramma da borgata romana accompagnato da musiche di repertorio interessanti. Tra le altre Beethoven con l’ormai europeo Inno alla gioia dalla Sinfonia n. 9; Friday I’m in love dei Cure; Melina Mercuri che canta Theodorakis, cioè il tema dal film Fedra di Jules Dassin; Let’s twist again da Chubby Checker, pezzo già inserito da George Lucas in American Graffiti e da Tate Taylor in The Help; poi i Creedence Clearwater Revival con Have you ever seen the rain? E Vasco Rossi con Vivere.

Il premio per il miglior film del Certain Regard è stato assegnato, dalla Giuria capitanata da Uma Thurman, all’iraniano Lerd di Mohammad Rasoulof, che racconta di un uomo che resiste contro gli speculatori che gli vogliono sottrarre l’angolo naturale in cui vive.

L’intrigante Prix de la poésie du cinéma, è andato a Mathieu Almaric per Barbara, dove si ipotizza che si sta realizzando un film sulla mitica cantante francese e Jeanne Balibar è l’attrice scelta per il ruolo. Innumerevoli i pezzi cantati da Barbara e diversi ripresi da Balibar, ma c’è anche l’Humoresque di Dvorak e il Lohengrin di Richard Wagner.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...