BEATLES YO OS QUIERO di Marcello Moriondo

living is easy with eyes closed” (John Lennon)

CINÉ, le CINEGIORNATE di Riccione, al di là delle sbandierate produzioni commerciali, spesso riserva, all’interno dei listini di distribuzione o come anteprime, delle opere che realmente meritano l’attenzione di critica e di pubblico. È il caso di EXIT MEDIA che ha presentato il suo LA VITA È FACILE AD OCCHI CHIUSI, film del 2013 del madrileno David Trueba, fratello minore di Fernando. Non ha ancora portato a casa l’Oscar come suo fratello, ma con quest’opera si è aggiudicato diversi premi, tra cui ben sei PREMIOS GOYA, cioè l’Oscar spagnolo.
Già nel titolo gli appassionati di musica più attenti riconosceranno un passaggio da STRAWBERRY FIELDS FOREVER dei Beatles. Naturalmente non è una scelta casuale. Ma andiamo con ordine. Nel film si racconta di un episodio realmente accaduto al professore di Cartagena, Juan Carrión, che insegnava l’inglese attraverso le canzoni dei Beatles.

Siamo nel 1966, Francisco Franco è vivo e vegeto e John Lennon è in Almeria, sul set andaluso (quello caro a Sergio Leone e agli “spaghetti western”) di COME HO VINTO LA GUERRA di Richard Lester. Juan (Javier Cámara), fan del gruppo di Liverpool, vuole incontrare il cantante, a ogni costo. Oltre al desiderio di conoscere personalmente un suo idolo musicale, vuole chiedere a Lennon perché i Beatles non allegano i testi dei brani alla confezione degli Lp. Questo gli faciliterebbe il lavoro di insegnante d’inglese, dato che Juan utilizza proprio i testi dei Beatles in forma didattica.
Il suo percorso on the road da Cartagena all’Almeria non avviene in solitaria. A lui si aggrega una ragazza che si allontana dal destino di ragazza madre, cui delle caritatevoli religiose sottraggono l’infante all’atto della nascita, per arricchire la famiglia di qualche facoltoso finanziatore delle opere pie.
Poi Juan carica a bordo della sua Seat 850 anche un sedicenne che scappa dalla severità del padre militare, che tra l’altro gli vuole tagliare i capelli.
Sono tre persone in fuga. Lasciano alle spalle la mediocrità di una società impregnata di valori stantii e repressivi, in ambito scolastico, famigliare e religioso. Viaggiano verso il futuro, verso la Spagna del domani. Ognuno di loro acquisisce qualcosa dagli altri compagni di viaggio e le persone che incontreranno sulla loro strada li aiuteranno a crescere, a intravedere una nuova prospettiva di vita.
E poi Lennon c’è, con la sua Rolls-Royce. È allora che scopriamo che tutte le diatribe sulla genesi di STRAWBERRY FIELDS FOREVER si possono accantonare. Grazie a reperti storici inseriti nel film, che si possono trovare nel Museo di Cartagena, ora sappiamo che John l’ha scritta in Andalusia.
Non dimentichiamo che l’Almeria è soprannominata Terra delle fragole, proprio per i vasti e pregiati campi in cui si coltivano.
Inoltre, dal long playing successivo (SGT. PEPPER’S LONELY HEARTS CLUB BAND) i Beatles hanno iniziato a inserire i testi delle canzoni.

Questo film del 2013 arriva in Italia in un anno di coincidenze e anniversari.
50 anni fa i Beatles arrivarono in Italia con i loro mitici concerti. Era l’anno in cui il gruppo tenne un concerto contrastato a Madrid, dove la milizia franchista manganellava i capelloni ribelli.
Il 9 ottobre di 75 anni fa nasceva a Liverpool John Lennon, mentre cadono i 35 anni dalla sua morte.
40 anni fa, finalmente moriva anche il franchismo.

Annunci

CINÉ E L’ULTIMA SFIDA DI TERMINATOR di Marcello Moriondo

CINÉ, le CINEGIORNATE in versione estiva, ambientate a Riccione, sono ormai un appuntamento fisso per produttori, distributori, esercenti e stampa specializzata. È l’occasione per discutere e fare un quadro sulla salute del cinema, in particolare modo su quello italiano. Ma è soprattutto l’occasione per conoscere quello che ci riserva il futuro in ambito cinematografico.
Già, perché anche quest’anno, i vari distributori hanno presentato i loro listini per la prossima stagione. Gli esercenti hanno avuto l’occasione di visionare i trailer futuri, incontrare registi e attori e assistere a ben 10 anteprime. Le due più gettonate erano escluse alla stampa. SOUTHPAW – L’ULTIMA SFIDA di Antoine Fuqua racconta di un campione del pugilato, caduto in disgrazia a seguito di un fattaccio che ha coinvolto tragicamente la sua famiglia, che cerca un riscatto con l’appoggio dell’ex pugile Forest Whitaker. Il film doverebbe uscire il 3 settembre. Quello più atteso (esce il 9 luglio) è TERMINATOR GENISYS di Alan Taylor, che vede il ritorno di Arnold Schwarzenegger nei panni del Terminator buono, di nuovo alle prese con Sarah Connor. All’uscita dalla sala, gli esercenti erano entusiasti di questo quinto capitolo della saga, non si sa se per il pubblico che attirerà nei cinema o perché abbiano apprezzato realmente il film. Sembravano comunque sinceri nella critica favorevole.