IL MOSTRO ESPIATORIO di Marcello Moriondo

SBATTI IL MOSTRO IN PRIMA PAGINA
Un film di Marco Bellocchio
Con Gian Maria Volonté, Laura Betti, Jacques Herlin, Carla Tatò,
Fabio Garriba, John Steiner, Marco Bellocchio, Michel Bardinet Ratings: Kids+16, durata 93′ min. – Italia 1972

TRA CRONACA E POLITICA D’EPOCA
di Marcello Moriondo

Lo script originale era soprattutto intriso di giallo. Arrivava da un esperto del genere, lo scrittore Sergio Donati. Sua doveva essere anche la regia, passata poi nelle mani di Marco Bellocchio. A quel punto al giallo è stata data una buona dose di rosso e il film è diventato soprattutto politico.

LA CRONACA
Il 6 maggio 1971 viene uccisa la tredicenne Milena Sutter. La condanna definitiva sarà per Lorenzo Bozano, allora venticinquenne, subito battezzato “il biondino della spider rossa”. Fortunatamente allora i femminicidi erano rarissimi e per questo la cronaca sul caso Sutter ha abbondato in prima pagina.

LA POLITICA
L’arresto di Pietro Valpreda per la Strage di Piazza Fontana, nel 1969, e l’accanimento giornalistico alla notizia, fecero coniare la frase “mostro sbattuto in prima pagina”. Un anno dopo la destra ha alzato la cresta e a seguito del Congresso del Movimento Sociale Italiano ha tenuto un discorso in piazza Duomo a Milano con Ignazio La Russa come oratore.
Il comizio è l’incipit del film. A seguire gli scontri tra polizia e antifascisti. Nel frattempo spunta il cadavere di una liceale e i sospetti cadono su un giovane extraparlamentare di sinistra. Non ha la spider ma la cinquecento, con cui scorrazza per Milano.
Profetico il nome “inventato” del quotidiano di destra diretto da Gian Maria Volonté, Il Giornale. Lo stesso Volonté è perfetto nei panni del direttore della testata, evidente riferimento a Indro Montanelli. Chissà se Montanelli vide ai tempi il film e ne prese spunto per la sua nuova testata.

CAMERINI E LA MILANO D’ANNATA di Marcello Moriondo

C’era una volta, a Milano, la Fiera Campionaria. Ricordo che da bambino, una volta all’anno, i miei mi portavano a visitare questo enorme palcoscenico riservato alla promozione dei propri prodotti. Quello che più mi affascinava era la distribuzione dei campioni, di qualsivoglia genere. Per i ragazzi una pacchia, se non addirittura una festa. Ora non esiste più. Ci sono eventi mirati, esposizioni con appuntamento annuale o estemporanee, nei nuovi padiglioni a Rho Fiera o in quel che rimane della vecchia Fiera in città.
Ma com’era la “Campionaria” nel 1932? Ce lo mostra Mario Camerini nel film Gli uomini che mascalzoni, una sorta di documento d’epoca. La protagonista femminile (Lia Franca), infatti, lavora come commessa alla Fiera. Lei e il suo spasimante, Vittorio De Sica, corteggiando la ragazza, ci mostrano uno spaccato di Milano d’epoca, che attraversano in tram, a piedi, in bicicletta e in auto. C’è anche un’escursione sul lago Maggiore, a Meina, presso la Trattoria della Vedova Musso, dove De Sica canta la celeberrima Parlami d’amore Mariù di Bixio. Trattoria della Vedova Musso è una trovata scenica. In realtà si tratta dell’Hotel Meina, lo stesso che 11 anni dopo fu teatro di una fra le più orrende stragi perpetrate dai nazifascisti.
Se Camerini avesse conosciuto gli uomini del nuovo millennio, avrebbe di certo trovato eccessivo il termine “mascalzone” per il personaggio di De Sica. Superficiale, forse, ma sicuramente ingenuo e puro.

CORSI DEL CINECIRCOLO JEANNE MOREAU, PRIMAVERA 2014

CORSI DEL CINECIRCOLO JEANNE MOREAU, PRIMAVERA 2014

LINGUAGGIO CINEMATOGRAFICO
A cura del Cinecircolo Jeanne Moreau
Il Cinecircolo Jeanne Moreau opera per la diffusione e la conoscenza dell’arte del cinema. I suoi associati propongono cicli di incontri a tema. Ad ogni serata viene fornita ai partecipanti una scheda di presentazione e alla visione segue un dibattito.

Luogo Spazio Dugnana – Via A. Moro 19 – ore 21.00
Costo 5,00 euro per tessera associativa
info e.mail – marcellomor@tiscali.it

CIAK A MILANO a cura di Marcello Moriondo
Giovedì 6 marzo 2014 GLI UOMINI CHE MASCALZONI di Mario Camerini

Giovedì 13 marzo 2014 SBATTI IL MOSTRO IN PRIMA PAGINA di Marco Bellocchio

Giovedì 20 marzo 2014 SAN BABILA ORE VENTI: UN DELITTO INUTILE di C. Lizzani

BEN VENGA MAGGIO a cura di Marcello Moriondo
Giovedì 27 marzo 2014 LA CINESE di Jean-Luc Godard

Giovedì 2 aprile 2014 MILOU A MAGGIO di Louis Malle

Giovedì 10 aprile2014 QUALCOSA NELL’ARIA di Olivier Assayas